Girolamini, la gestione passa al Mibact

Restituito alla città di Napoli uno dei suoi capolavori, depredato di migliaia di antichi volumi

IMG20131018232811367_900_700

Napoli. Tutto l’antico complesso dei Girolamini (XVI-XVII secolo) https://sites.google.com/site/monumentonazionalegirolamini/ – la chiesa monumentale, la Quadreria e la ricca Biblioteca, da cui l’ex direttore Marino Massimo De Caro con alcuni complici ha asportato migliaia di preziosi libri ed incunaboli, farà parte del Polo Museale napoletano che ne curerà la valorizzazione.

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (Mibact) ha firmato una convenzione con la Confederazione dell’Oratorio San Filippo Neri che di fatto segna il passaggio del grande complesso al Ministero stesso, dopo le vicende giudiziarie e i furti di volumi, in parte recuperati in case d’asta europee e presso antiquari e commercianti.
Il Mibact diventa così «proprietario» dell’intero Complesso del Monumento Nazionale Oratoriano dei Girolamini, compresa dunque la Biblioteca soggetta da un anno a lavori di catalogazione e restauro sia delle stanze sia dei libri, rimasti abbandonati in casse umide assieme ad antiche tele rovinate. Tanti i gioielli d’arte sconosciuti che emergono dalla Biblioteca, decine di tesori  nascosti in precari contenitori. Il Mibact assume così custodia e gestione diretta dei beni mobili e immobili dell’enorme complesso che ha bisogno d’investimenti per urgenti restauri. Alla Confederazione viene affidata, comunica il Ministero «la gestione autonoma dei beni e l’uso esclusivo degli spazi funzionali all’esercizio di culto e alla vita privata ed ecclesiastica, prevedendo comunque l’inserimento della Chiesa nel circuito di valorizzazione culturale del complesso».
Il Ministro Bray ha anche annunciato lo stanziamento di 10 milioni di euro dei fondi Por e Poin per la progettazione e la valorizzazione dei monumenti della Girolamini. A giorni partirà anche il bando pubblico per la bonifica dei volumi, finanziata con fondi ministeriali.

di Tina Lepri, edizione online, 18 ottobre 2013
 
http://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/2013/10/117585.html
 
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...